Cosa puoi imparare dall'approccio di CommerceIQ all'API Selling Partner di Amazon

Logo CommerceIQ

4 gennaio 2022

Karthik Kolappan, Senior Director of Engineering di CommerceIQ

Karthik Kolappan, Senior Director of Engineering di CommerceIQ

CommerceIQ è leader nella gestione delle decisioni di e-commerce, ovvero la pratica di utilizzare l'apprendimento automatico, l'analisi e le automazioni per ottimizzare le performance dei canali online attraverso la catena di distribuzione, il marketing e le operazioni di vendita. La sua piattaforma SaaS (software as a service) di machine learning e automazione viene utilizzata dai brand per fornire supporto al momento dell'acquisto rispondendo automaticamente in tempo reale alle variabili che cambiano su centinaia di prodotti. Abbiamo incontrato Karthik Kolappan, Senior Director of Engineering di CommerceIQ, per parlare di come l'approccio di CommerceIQ all'utilizzo dell'API Selling Partner aiuti i loro clienti a incrementare il fatturato e la crescita del business.

Qual è la storia di CommerceIQ?

Il nostro fondatore e CEO, Guru Hariharan, ha trascorso molti anni in Amazon creando sistemi e servizi software alla base del negozio Amazon. Convinto che l'applicazione di software e automazione fosse l'unica via da seguire per tutti i rivenditori, Guru ha avviato Boomerang Commerce, una società che si è concentrata sulla definizione dinamica dei prezzi per i rivenditori tradizionali che cercano di far crescere la loro presenza digitale. Nel giugno 2019, l'azienda si è orientata ad aiutare i brand ad avere successo nella vendita al dettaglio online attraverso l'apprendimento automatico e l'automazione e ha cambiato nome, diventando CommerceIQ. Mentre CommerceIQ inizialmente si concentrava sul canale Amazon negli Stati Uniti, abbiamo ampliato la nostra presenza su Amazon a livello internazionale per includere Canada, Regno Unito, Germania, Francia e India e abbiamo ampliato le nostre capacità pubblicitarie per supportare altri siti web retail.

Nel 2021, Amazon ha lanciato nuove API che condividono dati su retail, analisi del brand e cataloghi per i fornitori. In che modo queste nuove funzionalità hanno permesso di servire meglio i clienti?

I nostri clienti sono brand di beni di consumo Fortune 500 che vendono ad Amazon come fornitori. L'obiettivo dei nostri clienti, in genere, è aumentare le vendite su Amazon rispetto all'anno precedente e quindi vogliono comprendere tutti i fattori che influenzano le vendite complessive. Con la nuova API Selling Partner di Amazon, ora è possibile scaricare i dati relativi alle vendite, ai contenuti e agli ordini di acquisto tra le altre informazioni tradizionalmente presenti in Vendor Central. CommerceIQ ha creato sofisticati processi ETL (estrazione, trasformazione, caricamento) per normalizzare e archiviare questi dati sulla nostra piattaforma, rendendo più facile per i nostri clienti capire quali fattori favoriscono le vendite. Abbiamo creato una serie di algoritmi di apprendimento automatico per identificare eccezioni e tendenze anomale e approfondire l'analisi delle cause principali in modo da poter aiutare i nostri clienti a sviluppare soluzioni a lungo termine. Grazie all'API Selling Partner, i nostri clienti ora hanno tutte le informazioni a portata di mano e una visione migliore delle leve che generano più vendite incrementali, profitti più elevati e una maggiore share of voice nel negozio Amazon.

In che modo la tua organizzazione utilizza le informazioni e le funzionalità offerte tramite l'API Selling Partner per definire e attuare il piano media?

Sfruttiamo il rapporto sulla frequenza dei termini di ricerca per identificare i prodotti di tendenza su Amazon. Utilizzando direttamente le informazioni di Amazon, siamo in grado di individuare i termini di ricerca che stanno crescendo rapidamente in termini di volume in modo da poter lanciare nuove campagne pubblicitarie che utilizzano tali parole chiave. I nostri clienti utilizzano le informazioni anche per orientare l'innovazione e il lancio di prodotti in base a ciò che i consumatori cercano. Se, ad esempio, i consumatori acquistano improvvisamente un nuovo gusto o un nuovo formato di un determinato tipo di prodotto, possiamo evidenziare queste parole chiave di tendenza sulla dashboard Market Insights di CommerceIQ e i nostri clienti sfrutteranno queste informazioni per definire le priorità e le destinazioni della spesa pubblicitaria. Abbiamo anche sviluppato automazioni per allineare le promozioni degli annunci sponsorizzati con gli ASIN che hanno una solida posizione nell'inventario. Possiamo promuovere prodotti alternativi quando un ASIN sta per esaurire l'inventario e riprenderemo a fare pubblicità su quell'ASIN una volta che i livelli di inventario torneranno alla normalità. Queste automazioni sono costantemente attive per i nostri clienti, garantendo che ogni dollaro speso includa un ASIN disponibile su Amazon.

Come si utilizzano insieme l'API Selling Partner e l'API di Amazon Ads per supportare la strategia pubblicitaria e retail?

I brand hanno sempre voluto unificare i dati sulle vendite e la pubblicità di Amazon, ma l'estrazione manuale delle informazioni da Vendor Central prima era un'operazione complessa. Ora che è disponibile l'API Selling Partner, stiamo acquisendo informazioni sulle vendite e sulla pubblicità tramite l'API di Amazon Ads e le stiamo collegando per creare un data lake comune. La combinazione di informazioni e dei nostri algoritmi proprietari consente ai nostri clienti di attuare strategie pubblicitarie realmente improntate alla retail-awareness. Ad esempio, i nostri algoritmi possono sospendere automaticamente l'investimento in ASIN con poche settimane di copertura o scarsa redditività e spostare la spesa pubblicitaria su tattiche e/o ASIN differenti che favoriranno vendite incrementali. Tutto viene monitorato 24 ore su 24, 7 giorni su 7 e le automazioni avvengono a tutte le ore del giorno per massimizzare ogni dollaro speso.

Quali sono i tre suggerimenti che consiglia ai brand che desiderano massimizzare i dati disponibili tramite l'API Selling Partner per migliorare la presenza del brand su Amazon?

  1. Contenuti: i contenuti sono un incredibile volano di conversione e i brand dedicano molto tempo ed energie per sviluppare la propria strategia di contenuti su Amazon. Tuttavia, non basta caricare i contenuti e poi dimenticarsene, deve esserci un monitoraggio costante per assicurarsi che non vengano modificati. Utilizzando una combinazione di API per gli articoli del catalogo e gli articoli delle inserzioni, i brand possono monitorare i contenuti nelle pagine di dettaglio prodotto e ricevere avvisi se vengono apportate modifiche non autorizzate da venditori terzi. Assicurarsi che il contenuto sia in condizioni ottimali è un volano di conversione essenziale quando si fa pubblicità a un prodotto: 5 punti elenco, 6 immagini, 1-2 video, contenuto A+ e titolo con almeno 100 caratteri.
  2. Termini di ricerca: con il report sui termini di ricerca dell'analisi del brand dell'API Selling Partner, i brand possono rilevare i termini di ricerca con una migliore posizione della frequenza che li aiutano a comprendere le mutevoli preferenze dei consumatori e i comportamenti di acquisto. Avere una migliore comprensione dei termini di ricerca di tendenza può far sì che i brand aggiornino i contenuti in modo appropriato e facciano offerte su parole chiave rilevanti per rimanere individuabili e top-of-mind per i nuovi acquirenti che effettuano ricerche nella categoria. L'analisi dei termini di ricerca di tendenza può essere utilizzata anche dai nostri clienti per pianificare l'innovazione o il lancio di nuovi prodotti in base a ciò che i consumatori acquistano.
  3. Disponibilità e previsioni: grazie alla disponibilità di informazioni sulle previsioni tramite il report dell'API Selling Partner sulle previsioni della domanda del fornitore, i brand possono monitorare le previsioni di Amazon e le settimane di copertura su base giornaliera/settimanale ed essere pronti a spedire i prodotti non appena vengono emessi gli ordini di acquisto. Avere un'alta percentuale di soddisfacimento della domanda garantisce una disponibilità costante nel negozio Amazon, uno dei principali fattori trainanti delle performance di vendita. Sebbene abbiamo creato automazioni per disattivare automaticamente la spesa pubblicitaria per gli ASIN con inventario ridotto, preferiremmo che i nostri clienti mantengano un livello di inventario su Amazon per massimizzare la performance delle loro campagne di annunci sponsorizzati e l'API Selling Partner offre ai nostri brand maggiore visibilità sulle previsioni.

Maggiori informazioni su come i brand possono trarre vantaggio dall'API Selling Partner.